Gli impatti dell'invasione nella vita

Ogni volta che leggo la parola invasione, quello che mi viene subito in mente è che un paese invade un altro. Alla fine abbiamo imparato che gli obiettivi che ci vengono forniti per l'accusa sono raramente l'intera storia. Il più delle volte, c'è un'agenda nascosta, alcune componenti egoistiche e le motivazioni nascoste sono nascoste per sempre. Questa è la realtà dell'invasione: è pericolosa e usata a beneficio dell'invasore e non della vittima. Ha senso - se ciò che stiamo contribuendo è vantaggioso per entrambe le parti, non sarebbe necessaria un'intrusione - verrebbe fornito un invito. All'altra parte viene data una scelta.

Possiamo giustificare l'intrusione quanto vogliamo, che stiamo salvando e migliorando la vita delle persone, ma un'invasione è ancora un'invasione. Alcune persone vorranno sempre essere "salvate", piuttosto che sborsare gli sforzi per salvare se stesse e accogliere con favore l'intervento. Anche molti considereranno che si tratta solo di scambiare una forma di schiavitù con un'altra.

Se abbiamo invitato qualcuno a casa nostra e siamo diventati interferenti, possiamo chiedergli di andarsene. Tuttavia, spesso non funziona in questo modo con l'invasione. L'attaccante è visto come il più potente e dominante, a volte anche come un salvatore. Tuttavia, anche se la carica iniziale ha salvato le nostre vite per un po 'di tempo, l'amarezza inizia a marcire e a salire in superficie. La gente inizia a borbottare e mormorare; iniziano a fare domande su quali benefici abbia ricevuto l'invasore quando li hanno "salvati". Questi vengono misurati e pesati e spesso, col senno di poi, si ammette che il costo sia stato troppo alto. L'invasione non è mai onesta: c'è sempre il pericolo di essere scoperti, e alla fine, è di nuovo "Ammutinamento del Bounty".

È difficile separare l'invasione in diverse categorie perché ognuna tende a sanguinare nell'altra. L'invasione fisica può portare a un'invasione mentale e così via. Come ho detto prima, un'invasione è insidiosa: un parassita!

Invasione fisica

L'invasione fisica è quella più visibile e ovvia. Si tratta di torture, percosse, aggressioni sessuali e imprigionamento in un modo o nell'altro.

Questi sono tutti usati in guerra per mettere a tacere l'opposizione, quindi la vittoria è assicurata. Pertanto, solleva la domanda: possiamo fare un ulteriore passo avanti e dire che l'invasione è, in effetti, un atto di guerra - in qualunque forma si presenti? Invasione di un paese, molestie sessuali di un collega o bullismo nei confronti di qualcuno in accademia: non è solo una questione di laurea?

Alcuni bambini arrabbiati e feriti imparano a diventare bulli. Se non vengono curati o resi responsabili, diventano bulli adulti. Questi bulli adulti potrebbero quindi avere figli propri, che imparano il loro comportamento e lo continuano nella generazione successiva. Alcuni bulli adulti finiscono per diventare capi di società e personaggi pubblici influenti. È qui che probabilmente inizieranno gli atti di guerra internazionali. Si trasforma in un ciclo che si autoalimenta del ciclo guidato dalla paura.

Invasione mentale

Il bullismo non deve essere solo fisico. Questi giorni di social media sono diventati una forma crudele e violenta della crudeltà di un altro essere umano. La maggior parte di questi bulli può rimanere senza nome, il che lo rende più dannoso in qualche modo perché non c'è nessuno da ritenere responsabile. Il simpatico ragazzo paffuto che ti sorride dall'altra parte della stanza potrebbe essere la persona che invia i messaggi offensivi.

Le notizie sono piene di articoli di persone vittime di bullismo a causa del loro orientamento sessuale, aspetto fisico, convinzioni religiose, ecc. Questo abbatte la fiducia in se stessi e l'autostima dei malati al punto che a volte anche una famiglia gentile non può riparare il danno fatto. Questa forma di invasione può portare le persone a togliersi la vita quando il loro senso di isolamento diventa troppo difficile da gestire.

Forzare le tue opinioni

Anche forzare le nostre opinioni sugli altri è un tipo di invasione. Hai mai discusso con qualcuno che è molto forte e ti guarda negli occhi in attesa della tua risposta, quasi spingendoti ad essere d'accordo con loro? So di essermi sentito molto a disagio in una situazione del genere, sotto pressione e alla ricerca dell'uscita più vicina! L'invasione ha quell'effetto!

Qualsiasi semina delle nostre convinzioni, o ipotesi istruite, nella mente di qualcun altro come l'ultima verità è un tipo di invasione. Alcuni anni fa, mi sono imbattuto nelle storie di due donne a cui era stata diagnosticata la stessa malattia "terminale" ed entrambe avevano avuto quattro mesi di vita dai rispettivi medici. Una di queste signore l'ho incontrata, ma l'altra no perché aveva preso a cuore le parole del dottore, aveva perso la speranza ed era morta pochi giorni prima che i quattro mesi fossero scaduti. L'altra signora, invece, sebbene spaventata, ha rifiutato la diagnosi del medico. Aveva due figli piccoli ed era pronta a non lasciarli. Ha intrapreso un viaggio impulsivo per scoprire la causa della sua malattia e ha continuato a guarire se stessa. Sette anni dopo, e mi è stato detto che è ancora attiva e in vita.

Ne è valsa la pena leggere? Facci sapere.