Storia della cultura Saladoid

venezuela-faro-costa-storia-spiaggia

sommario

La cultura Saladoid è una cultura territoriale indigena precolombiana nei Caraibi e in Venezuela di oggi che prosperò intorno al 500 a.C. al 545 d.C. Raggruppati lungo le pianure del fiume Orinoco, gli abitanti migrarono via mare alle Piccole Antille e poi fino a Porto Rico.

Origine

Si pensa che questa cultura sia arrivata al fiume Orinoco inferiore vicino a Barrancas e ai moderni insediamenti di Saladero in Venezuela. I popoli oceanici della regione di pianura del fiume Orinoco migrarono e stabilirono colonie nelle Piccole Antille, Hispaniola e Porto Rico. Hanno trasferito la cultura ortoiroide preceramica. Come orticoltori, inizialmente occupavano isole più fertili e più umide che potevano aiutare al meglio l'agricoltura. Questi abitanti originari delle Americhe erano una cultura di lingua Arawak. Tra il 500 a.C. e il 280 a.C. emigrarono nelle Piccole Antille e Porto Rico, costituendo infine gran parte di quella che sarebbe diventata un'unica cultura caraibica. A Porto Rico, la prova dei loro primi insediamenti si trova principalmente nella regione occidentale dell'isola.

Denominazione e cronologia

Hanno ricevuto il titolo dei siti in cui i loro insoliti stili di ceramica sono stati riconosciuti per la prima volta. Il suffisso "-oid" è stato aggiunto a questa classificazione culturale. Quindi, il nome Saladoid è usato dagli escavatori per identificare i popoli dell'antica età della ceramica.

L'era Saladoid comprende le quattro sottoculture seguenti, stabilite dagli stili ceramici.

  1. Cultura Hacienda Grande (250 a.C.-300 d.C.)
  2. Cultura di Cuevas (400-600 d.C.)
  3. Cultura della prosperità (1–300 d.C.)
  4. Cultura di Coral Bay-Longford (350-550 d.C.)

Mistero dell'ornamento

Nel corso degli anni, i rinvenimenti archeologici nei siti Saladoid ad Antigua hanno rivelato molti ornamenti, inclusi ciondoli e perline realizzati con varie pietre e minerali locali e importati. Tra questi manufatti esotici c'erano resti di asce rotte preparati con giadeite. Sebbene abbiamo acquistato le materie prime per gli oggetti decorativi, come bariti, corniola, diorite e calcite nei siti Saladoid ad Antigua e nelle isole vicine, la fonte e le origini delle asce di giada sono rimaste un mistero.

Cultura

Le persone Saladoid sono caratterizzate dalla produzione di ceramica, dall'agricoltura e dagli insediamenti sedentari. La loro ceramica insolita e altamente decorata ha permesso agli archeologi di comprendere i loro siti e determinarne le origini. Le ceramiche Saladoid includono bruciatori di incenso, vasi effige zoomorfi, vassoi, piatti, ciotole, barattoli e contenitori a forma di campana. La ceramica rossa era dipinta con strisce arancioni, bianche e nere.

I manufatti saladoidi peculiari sono pendenti di roccia a forma di rapaci del Sud America. Questi erano realizzati con un assortimento di materiali esotici, tra cui cristallo di quarzo, turchese, corniola, lapislazzuli, legno fossilizzato e diaspro-calcedonio. Questi sono stati scambiati e scambiati attraverso le Grandi e Piccole Antille e il continente sudamericano, fino al 600 d.C.

Ne è valsa la pena leggere? Facci sapere.